Home

AlbertoAngelaChallenge. “Segui Alberto e non seguire Angela”, grazie all’appello di Roberto Lipari la cultura supera il trash

“Non fermiamoci!!! Siamo la resistenza. Questa challenge ironica è una metafora di ciò che vorrei in questo Paese. La cultura che supera il trash. Il contrario mi spaventa. Vi ringrazio perché non c’è stato nessun atto di bullismo nei confronti della signora Angela. Perché lei è vittima di questa società quanto noi. Anche perché quelli che mi preoccupano per davvero sono coloro i quali la seguono solo per offenderla. Nel frattempo mi sto immaginando Alberto Angela che non si spiega che caspita sta succedendo nel suo profilo”

Roberto Lipari, palermitano e vincitore del talent “Eccezionale Veramente”, attualmente nel cast di “Striscia La Notizia” è intervenuti per “sponsorizzare” la cultura su Instagram.  Il comico ha voluto lanciare una divertente social challenge che ha già dato i suoi frutti.

Quando ha visto che la signora “Non ce n’è CoviddiAngela Chianello stava per sorpassare clamorosamente Alberto Angela su Instagram, ha invitato gli internauti a seguire in massa il divulgatore scientifico più amato della tv.

“Lo so…ogni condivisione della notizia del boom social di Angela le fa crescere il numero dei seguaci, ma stavolta è per una buona causa!!! – ha spiegato – Ecco perché lancio la #AlbertoAngelaChallenge. Segui Alberto e non seguire Angela! Seguilo e fallo seguire! Affinché non avvenga mai il SORPASSO! Lì avremmo perso tutti! Con affetto”.

L’appello del comico palermitano non è passato inosservato e persino alcuni deputati della Camera lo hanno condiviso. Grazie a Lipari in poche ore è avvenuto il “miracolo”. Al momento in cui scriviamo sono infatti 246mila le persone che seguono il figlio di Piero Angela su Instagram contro i 165mila follower della signora Angela.

Il comico di “Striscia” invita a non mollare. “Non fermiamoci!!! Siamo la resistenza – dice – Questa challenge ironica è una metafora di ciò che vorrei in questo paese. La cultura che supera il trash. Il contrario mi spaventa. Vi ringrazio perché non c’è stato nessun atto di bullismo nei confronti della signora Angela. Perché lei è vittima di questa società quanto noi. Anche perché quelli che mi preoccupano per davvero sono coloro i quali la seguono solo per offenderla. Nel frattempo mi sto immaginando Alberto Angela che non si spiega che caspita sta succedendo nel suo profilo”.


UNIPA conferisce la Laurea honoris causa ad Alberto Angela

Laurea ad Angela, centinaia di studenti restano fuori


Lo scopo della challenge  è quello di far “prevalere la cultura” di Alberto Angela sull’assillo “negazionista” di Angela da Mondello. Come? Aggiungendo like ad Alberto Angela e togliendoli alla signora Angela

In poche ore Alberto Angela ha ottenuto una valanga di like: perfino alcuni deputati della Camera hanno condiviso e aderito alla challenge. Per adesso il conduttore è in vantaggio, ma il numero di follower della signora di Mondello (riscopertasi influencer dopo le sue dichiarazioni in un servizio lanciato da Barbara D’Urso all’interno del suo Live) continua ad aumentare vertiginosamente di ora in ora. In poco tempo Alberto Angela ha superato i 338mila followers, mentre la “sfidante”, Angela da Mondello, è ferma a 164mila.

Intanto la strana challenge continua a espandersi e spopolare sui social.  Chissà come finirà questa sfida? E voi da che parte state?

Leggi anche:

Manifestazione negazionista a Roma: il solito genio della “Taffo Funeral Services”

Imbecilli che se la ridono per il migrante investito e ucciso a Siculiana (Ag)

Sindaci propongono l’abolizione dei gruppi Whatsapp delle mamme. La “finta” ordinanza virale

Il 70% dei naviganti NON legge gli articoli che condivide. Come diventa virale una bufala

NO! Non andrà tutto bene

È iniziata la fase del “tutti contro tutti”?

Condividi

A proposito dell'autore

Avatar

Younipa è l'autore generico utilizzato per le comunicazioni di servizio, i post generici e la moderazione dei commenti.

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata