Una multa salatissima, per il giovane protezionista abusivo, reo di aver proiettato un film porno sul maxi schermo di piazza Maggiore a Bologna. Ben cinquemila euro. Tuttavia, il gesto ha suscitato l’ilarità del web, al punto che il ragazzo ha chiesto un aiuto agli internauti.

Passando per la piazza qualche giorno fa mi sono detto: ti immagini come sarebbe guardare un porno su questo telo? Si può fare!” Non è affatto pentito e rilancia Carlo Ferretti, lo studente 24enne di Ingegneria a Bologna che giovedì notte ha proiettato per circa 15 minuti un film hard sul maxischermo di Piazza Maggiore, approfittando dell’allestimento per la rassegna estiva ‘Sotto le stelle del cinema‘. La proiezione è stata interrotta dalle forze dell’ordine e il ragazzo ha ricevuto una multa, per atti contrari alla pubblica decenza, di 3.300 euro. Diffusa la notizia, sui social è partita una raccolta di firme in sua difesa, per fare cancellare la sanzione, mentre lo stesso studente ha avviato una raccolta fondi online per pagarla che in poche ore ha raggiunto l’obiettivo. In un’intervista all’emittente E’tv, Carlo spiega di essere un goliarda e di averlo fatto per il principio del ‘si può fare se non nuoci a nessuno’.

Uno dei maggiori crowfounding di successo vista la cifra e la tempistica con la quale si è arrivati al goal finale. E forse il messaggio che accompagnava la raccolta potrebbe aver aiutato a sciogliere il cuore dei donatori di Bologna e non solo.

“Sono Carlo Ferretti, Imperatore delle Terre del Nord, uno studente e goliarda bolognese che ha pensato di illuminare la città con un bel film a luci rosse, da godermi con gli amici in una notte d’estate. La polizia non ha apprezzato e, per un giochetto del genere, devo pagare circa 5.000€ (se va bene) di multa. Chiedo quindi a tutti i simpatizzanti di un gesto del genere un contributo, per salvare una carriera universitaria e per difendere la libertà di espressione!”

Qualche ora fa, l’autore del gesto ha scritto un lungo post su Facebook in cui ringrazia tutti quelli che hanno donato e annuncia anche un bel gesto. La donazione in beneficenza di parte dell’incasso. Più precisamente dei duemila euro in eccesso rispetto ai cinquemila che dovrà sborsare.

L’ITALIA VUOLE GOLIARDIA

SONO SOLLEVATO, COMMOSSO, FIERO DI QUANTE PERSONE SI SIANO MOBILITATE PER SALVARMI LA PELLE…

D’altronde, argomenta ancora lo studente, “lo dimostra l’intervista di Farinelli, che cura la cineteca, e che ha riconosciuto lo stampo del nostro gesto. Mentre scrivo queste righe sto chiudendo il moneybox di paypal, che ha raggiunto una cifra che non ci aspettavamo assolutamente. Lunedì andrò a pagare la mia multa e mi avanzeranno quasi duemila euro, che ho deciso di dare in beneficenza“. In questo caso, “dato il sostegno e la comprensione dimostrati, ho deciso di donare tutta la rimanenza in collaborazione con la Cineteca di Bologna sostenendo le loro magnifiche operazioni, sperando che prima o poi mi facciano proiettare qualche clippino un pò più osé. Il pubblico per quella roba ce l’abbiamo”.

C'è già chi ha lanciato una raccolta di firme per difendere Carlo, lo studente 24enne multato (più di 3.000 euro) per avere proiettato un film hard sul maxischermo di Piazza Maggiore. Lo stesso ragazzo ha dato vita a un crowdfunding per pagare la sanzione…

Posted by Ètv on Friday, July 24, 2020

Condividi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata